Arte

AMACI | Giornata del Contemporaneo

AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani – per la Giornata del Contemporaneo, Sabato 13 Ottobre 2018 ha proiettato al Macro – Museo d’Arte Contemporanea di Roma, l’opera video di Marcello Maloberti BLITZ 2012 Video (color, sound), 7’ 38”, ph. Ela Bialkowska, OKNO studio, Performance MACRO, tratta dalla Videoinsight® Collection / Rebecca Russo® Collection.

marcello-maloberti-blitz-macro-8752
marcello-maloberti-blitz-macro-8759

Quotidiano della Sanità

Quotidianosanita.it “Sublime”, la bellezza di volti e corpi della Ortopedia dei primi anni del Novecento

In mostra all’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna le foto scattate nei primi anni di attività dell’istituto, quando le cartelle cliniche ricomprendevano, oltre ai referti diagnostici, le foto dei pazienti con indosso i dispositivi ortopedici via via prescritti, in modo da conservare una traccia, anche visiva, delle varie fasi dell’itinerario diagnostico-terapeutico.

A cura di Stefano A. Inglese

Schermata 2018-04-06 alle 16.17.42

Sublime

Sublime
by Monica Chiusano

La trasparenza dell’essere, molto spesso,diviene essenza della sua eleganza … Persino l’immagine più sospetta può divenire quindi la silhouette più identificabile di una femminilità annunciata, dove l’imperfezione può invece conquistare la perfezione.Rebecca Russo , con la sua geniale maestria nell’immortalare le immagini più significative e farne tesoro, è riuscita a creare davvero una mostra sensazionale. È così che si plasma allora originalità con cultura, fascino e scienza, dando vita quindi ad una vera e propria “SUBLIME” avventura nella vita dell’essere, dell’arte nell’arte. L’innovazione di questa idea, che Rebecca Russo ha curato con estremo amore e dedizione, ha dato un rilievo di eccellenza alla sua sì ormai nota capacità versatile di creare e mostrare, ma ci fa intravedere soprattutto la sua sensibilità d’animo come quella sua forte carica emotiva che in questo viaggio tra passato e presente, dove la sua interminabile tappa alla ricerca minuziosa di lastre antiche negli archivi storici dell’Ospedale Ortopedico Rizzoli di Bologna, ha davvero dato vita ad un raffinatissimo senso di armonia tra epoca antica e arte futuristica.

Il contrasto dei bianchi e dei neri, del positivo e del negativo , cattura l’immaginazione dello spettatore, che percorre piacevolmente ed emotivamente un sentiero dove persino la patologia ortopedica assume i tratti della magnificenza che avvolge indubbiamente la mente in tutte le sue più affascinanti sfaccettature.

Non potete mancare a questo appuntamento, che in qualche modo ci rappresenta tutti, persino nella consapevolezza di una negatività recondita che grazie a questo “sublime” passaggio visivo può divenire invece luce propria.

Vogliamo ringraziare particolarmente i due direttori dell’istituto: la D.ssa Maria Paola Landini e il Dr. Mario Cavalli per aver approvato questa mostra spettacolare!

14foto 25,5x352